La nuova frontiera del podcast per la comunicazione di BERLIN-CHEMIE Menarini

BERLIN-CHEMIE Menarini, l’azienda tedesca del Gruppo Menarini, ha lanciato a partire da settembre 2020 un’iniziativa dal carattere innovativo e originale: il podcast settimanale “EinBlick” (gioco di parole tra ein Blick, uno sguardo, e Einblick, conoscenza) che affronta temi di politica sanitaria, policy farmaceutica e salute digitale.

Il podcast è uno dei format attuali di comunicazione digitale con i più alti tassi di crescita. Si tratta di un contenuto audio inedito reso disponibile sul web, ascoltabile in streaming o tramite apposito software, che può essere archiviato, scaricato e poi ascoltato anche in modalità offline. La parola ‘podcast’ nasce nel 2004, quando in pieno fermento da utilizzo di iPod, il giornalista del The Guardian Ben Hammerslay coniò questo nuovo termine (fusione tra iPod e broadcast) con cui descrive sinteticamente il boom di ascolti dei contenuti radio attraverso il web.

Oggi il podcast è una realtà concreta del panorama comunicativo mondiale e si distingue da altri contenuti, come quelli radio, perché è asincrono, on demand, disponibile online e offline, riproducibile praticamente su tutti i dispositivi smartphone, tablet e laptop. In più offre la possibilità di accompagnare l’ascoltatore mentre svolge qualsiasi attività senza togliergli del tempo. La natura audio del contenuto, infatti, è molto comoda perché autorizza a muoversi con il telefonino comodamente in tasca, senza necessità di guardare lo schermo.

Inoltre, il podcast può essere impostato seguendo diversi modelli: i quattro più utilizzati sono catch up, intervista, free talk e narrativo. Il ‘catch up’ altro non è che una riproposizione registrata di un contenuto. Si tratta per esempio delle trasmissioni radio poi adattate alla tecnologia del podcasting. L’intervista è un colloquio strutturato tra una persona ritenuta importante o interessante e un giornalista o un conduttore. Il free talk ha delle analogie con l’intervista, ma il tono di voce, trattandosi di una discussione in libertà, è differente. Il risultato quindi può essere molto più autentico rendendolo tra i modelli in assoluto più efficaci. Infine, il modello narrativo. È da considerarsi come l’antesignano dei Podcast perché racconta delle storie reali che regalano agli ascoltatori una descrizione emozionale di vicende attuali, fatti storici, biografie ecc. Questi modelli rendono il podcast uno strumento estremamente versatile, che si presta a usi e scopi differenti.

Il Podcast, dunque, sta diventando uno degli strumenti preferiti per valorizzare lo storytelling aziendale o il semplice aggiornamento sui temi dell’attualità. Lo dicono i dati: nel 2020, circa 100 milioni di persone hanno ascoltato un podcast ogni mese e si prevede che raggiungeranno i 125 milioni nel 2022. 

La grande mole di argomenti affrontabili attraverso la produzione di tracce audio consente di divulgare contenuti scientifici, medici e farmaceutici di valore. Per il comparto sanitario il podcast si è rivelato uno strumento molto efficace. Lo stile informativo, dal carattere sobrio, enfatizza la promozione di temi legati alla sfera della salute e della prevenzione. Approfondisce, attraverso contenuti ben ponderati, quelle domande o quei timori delle persone che spesso si affidano a informazioni online immediate, errate e non di rado poco attendibili. 

La possibilità di dare voce a esperti e professionisti del settore medico consente poi di rafforzare il posizionamento dell’azienda e di far conoscere al meglio le proprie iniziative. 

È questo il caso di EinBlick, il podcast di BERLIN-CHEMIE Menarini. Qui, la politica sanitaria dell’azienda viene raccontata ogni settimana in una clip audio di circa 13 minuti, disponibile gratuitamente con episodi cadenzati ogni venerdì a mezzogiorno a partire dalla prima puntata del settembre 2020. Il podcast, che segue una pubblicazione fissa e puntuale, va a collocarsi accanto alla newsletter EinBlick pubblicata ogni tre settimane. 

I podcast offrono numerosi vantaggi: non c’è bisogno di essere seduti in ufficio per ascoltarli; lo si può fare in auto, in metropolitana, facendo jogging o seduti sul divano – ha commentato  Susanne Eble, responsabile Health Management di BERLIN-CHEMIE Menarini e ideatrice del podcast EinBlick – 13 minuti a puntata non sono molti, eppure in questo tempo relativamente breve si possono veicolare molte informazioni e affrontare discussioni significative. Il formato compatto e vivace del podcast rappresenta un’eccellente aggiunta alla nostra newsletter EinBlick, che a sua volta affronta questioni attuali di politica sanitaria.”

Il podcast propone quindi le informazioni più significative, gli aggiornamenti sulla policy farmaceutica, le tendenze del settore della salute digitale e si rivolge non solo agli esperti ma a chiunque sia interessato agli sviluppi dell’azienda o del contesto scientifico in senso più generale.

Più recentemente, nel giugno 2021, gli ideatori di EinBlick hanno aggiunto un altro pilastro informativo alla programmazione, dedicato in particolare a dialoghi coinvolgenti con specialisti del settore su informazioni generali e opinioni. Il podcast “EinBlick – nachgefragt” (dove nachgefragt significa “approfondito”) offre in qualsiasi momento interviste e discussioni con esperti del settore sanitario.

L’uso regolare dell’audio online in Germania è in costante aumento: oltre 45 milioni di utenti nel 2021 hanno ascoltato web radio online o contenuti audio on demand, almeno ogni mese, con un aumento del 5,3% rispetto al 2020. Sempre secondo i sondaggi, circa 14 milioni di utenti in Germania ascoltano regolarmente i podcast (+ 21,3% rispetto al 2020). Di questi, uno su tre ha meno di trent’anni, nonostante ad avvicinarsi progressivamente a questo nuovo mondo siano in crescita i cinquantenni, con Spotify collocato in prima posizione fra le piattaforme più usate(48,5%), poi YouTube al secondo posto (44%) e le note Apple Podcasts (12,5%) e Google Podcasts (9,5%) in settima e nona posizione.

Un aggiornamento che conferma BERLIN-CHEMIE Menarini come azienda capace di rispondere alle esigenze dei propri pubblici di riferimento, ma anche come esempio virtuoso di impresa innovativa che vuole rafforzare la credibilità e l’autorevolezza del proprio brand rendendo semplici dei temi molto delicati e talvolta complessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.