Tutta l’energia positiva dello sport nella XXVI edizione del Premio Internazionale Fair Play Menarini

Lo sport che non è più semplice forma d’intrattenimento e diventa un modo per comunicare valori necessari alla costruzione di una società più pacifica e responsabile. 

Questo è il Fair Play, letteralmente il “gioco corretto”, un concetto profondo che è anche l’elemento costitutivo del Premio Internazionale Fair Play Menarini, giunto quest’anno alla XXVI edizione. Il Premio è sempre più un appuntamento di assoluto rilievo nel panorama delle manifestazioni dedicate alla cultura sportiva grazie ai valori universali e insostituibili che mette in risalto, quali il rispetto delle regole, il rispetto degli avversari e il rifiuto totale di ogni forma di abuso, discriminazione ed emarginazione. 

Il Salone d’Onore del CONI, a Roma, ha ospitato giovedì 23 giugno la conferenza stampa di presentazione della kermesse dedicata ai valori dell’etica sportiva, organizzata quest’anno dalla Fondazione Fair Play Menarini. Il prestigioso riconoscimento annuale ha svelato la lista dei premiati e le informazioni centrali del ricco programma di eventi dell’edizione 2022.

 

 

Il parterre dei premiati si presenta ricchissimo di personaggi autorevoli, ognuno artefice di pagine indelebili dello sport mondiale: atleti, allenatori e dirigenti che hanno collocato i principi del gioco pulito sempre al primo posto delle loro sensazionali carriere. Campioni virtuosi, capaci di lasciare la propria disciplina in condizioni migliori rispetto a quando hanno iniziato a praticarla.

A partire da Federica Pellegrini, una delle stelle più luminose dello sport italiano, fenomeno senza tempo del nuoto tricolore. Insieme a lei, un’altra leggenda del nuoto internazionale come l’australiano Ian Thorpe, ma anche la campionessa di tuffi, nonché detentrice di innumerevoli record, Tania Cagnotto. Non mancano i vip della storia del calcio, il celebre allenatore argentino Marcelo Bielsa e i due big del rettangolo verde protagonisti sui palcoscenici mondiali con il Milan e la nazionale, Massimo Ambrosini e Roberto Donadoni. Ancora dal mondo del pallone proviene l’ex azzurro Fabrizio Ravanelli, a cui va il Premio Speciale Paolo Rossi (Categoria “Modello per i giovani”), il titolo istituito l’anno scorso in memoria dell’eroe della Coppa del Mondo di Spagna 82 scomparso prematuramente nel 2020. 

La lista dei fuoriclasse coinvolti nell’edizione 2022 si arricchisce con i nomi del campione australiano di motociclismo Casey Stoner, di Alessandra Perilli, idolo del tiro a volo foriera della prima medaglia ai giochi olimpici per San Marino e dell’ex pallavolista e allenatore Marco Bracci. Insieme a loro, il taekwondoka Vito Dell’Aquila, oro a cinque cerchi a Tokyo 2020, e l’atleta Stefania Constantini, prima medaglia olimpica in assoluto per il curling azzurro con l’oro nel doppio misto. Il duo formato da Giacomo Bertagnolli e Andrea Ravelli porta in dote al Premio Internazionale Fair Play Menarini i suoi eclatanti obiettivi centrati nello sci alpino paralimpico. 

Non solo però atleti professionisti fra i destinatari di premi di questa edizione.
Il Premio Speciale Franco Lauro “Narrare le emozioni” spetta infatti al giornalista Giorgio Porrà, mentre Beatrice Coradeschi è la giovane promessa del taekwondo vincitrice del Premio speciale Fiamme Gialle “Studio e Sport”.

Non posso credere che siamo arrivati al ventiseiesimo Premio Internazionale Fair Play Menarini – ha commentato il presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano Giovanni MalagòSono orgoglioso di voi, per quello che fate e per il messaggio che lanciate, e anche colpito dalla vostra capacità di portare questi monumenti dello sport a ricevere il premio. Siete unici. Viva il Fair Play, viva la Fondazione, viva lo sport e viva l’Italia.

Il Premio, sempre legato al suo format tradizionale e al contempo proposto in modalità rinnovata, sarà strutturato quest’anno su tre appuntamenti e sarà aperto dal talk show “I campioni si raccontano”, condotto da Ivan Zazzaroni e trasmesso in diretta televisiva su RTV38 durante la serata di martedì 5 luglio dal Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze.
Sempre a Firenze, poi, si conferma l’appuntamento con la tradizionale Cena di gala Menarini, in programma in piazzale Michelangelo mercoledì 6 luglio. 

La cerimonia conclusiva, condotta da Lorenzo Dallari e Rachele Sangiuliano, invece si svolgerà come di consueto a Castiglion Fiorentino, nella stupenda cornice del Loggiato Vasariano di piazza del Municipio, in diretta tv su Sportitalia, giovedì 7 luglio.

Questa opera di divulgazione dei principi di lealtà, si è trasformata in un’avventura lunga ventisei anni, arricchita negli ultimi nove dal contributo essenziale portato dal Gruppo Menarini, prima come Title Sponsor e oggi dalla Fondazione Fair Play Menarini, organizzatrice da quest’anno del prestigioso riconoscimento.

Siamo molto entusiasti della rosa dei premiati della prima edizione da noi organizzata – affermano Antonello Biscini, Valeria Speroni Cardi ed Ennio Troiano, membri del Board della Fondazione Fair Play Menarini – Abbiamo alle spalle il primo quarto di secolo della manifestazione, ma abbiamo lo sguardo rivolto al futuro per celebrare al meglio questa e le prossime edizioni, che saranno ricche di sorprese e grandi sportivi. Menarini continuerà a promuovere i valori del Fair Play attraverso le gesta dei grandi campioni dello sport, nella speranza che diventino sempre più patrimonio della società civile tutta.

 

Ecco le categorie e i premiati del XXVI Premio Internazionale Fair Play Menarini:

  • Categoria “Carriera Fair Play” ROBERTO DONADONI
  • Categoria “Fair Play” MASSIMO AMBROSINI
  • Categoria “Lo sport oltre lo sport” GIACOMO BERTAGNOLLI e ANDREA RAVELLI
  • Categoria “Il Gesto” MARCELO BIELSA
  • Categoria “Sport e vita” CASEY STONER
  • Categoria “Una vita per lo sport” MARCO BRACCI
  • Categoria “Personaggio mito” IAN THORPE
  • Categoria “Personaggio mito” – SUSTENIUM Energia e Cuore FEDERICA PELLEGRINI
  • Categoria “Modello per i giovani” Premio Speciale Paolo Rossi FABRIZIO RAVANELLI
  • Categoria “I valori sociali dello sport” VITO DELL’AQUILA
  • Categoria “Promozione dello sport” ALESSANDRA PERILLI
  • Categoria “Un sorriso per la vita” TANIA CAGNOTTO
  • Categoria “I valori educativi dello sport” STEFANIA CONSTANTINI
  • Categoria “Narrare le emozioni” Premio Speciale Franco Lauro GIORGIO PORRÀ
  • Categoria “Studio e Sport” Premio Speciale Fiamme Gialle BEATRICE CORADESCHI

2 risposte a “Tutta l’energia positiva dello sport nella XXVI edizione del Premio Internazionale Fair Play Menarini”

  1. Sposare la Cultura sportiva come obiettivo di vita “etica” è segno dell’impegno di una grande Azienda oltre i confini del marketing “di ritorno”. Congratulazioni Menarini!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *