Storia di un cordone ombelicale: una vita che nasce

“Una vita che nasce rigenera la vita”, è questo il titolo del convegno dedicato al trapianto di sangue del cordone ombelicale, che si terrà l’8 giugno 2013 a Milano, presso l’Auditorium del Palazzo dei Congressi della Provincia, in occasione del XX anniversario della fondazione della Milano Cord Blood Bank.

Un tema importante e molto complesso ma poco discusso. Non tutti sanno che il cordone ombelicale è ricchissimo di cellule staminali e che può essere utile per salvare un’altra vita. Le cellule staminali del sangue cordonale, infatti, sono in grado di dare origine a tutte le cellule del sangue: globuli rossi, bianchi e piastrine, diventando una preziosa risorsa per rigenerare l’ambiente midollare danneggiato. Ancora oggi, però, sono poche le realtà ospedaliere in cui è possibile effettuare la donazione e poche sono le informazioni e le attività di sensibilizzazione rivolte alle future mamme.

Sarà un’occasione importante anche per festeggiare il lavoro della Milano Cord Blood Bank.

In questi due decenni, oltre 1.000 ostetriche hanno raccolto a favore della banca di Milano circa 32.000 donazioni solidaristiche di sangue del cordone ombelicale. Queste donazioni hanno consentito di creare un inventario, costituito attualmente da oltre 10.000 donazioni congelate e idonee per il trapianto di cellule staminali emopoietiche, disponibili per i pazienti affetti da gravi malattie del sangue.

«Sappiamo che la metà delle persone trapiantate è oggi ancora viva – racconta Paolo Rebulla, ematologo, per 13 anni responsabile della Milano Cord Blood Bank – e per noi è un grande traguardo. Qualche mese fa abbiamo inviato in Cile una donazione conservata per 17 anni per una ragazzina che è stata trapiantata e ora sta bene. Di recente sono venuti a trovarci di persona i nonni di una bambina francese salvata da un trapianto di sangue ombelicale conservato nella nostra banca. Le storie sono tante, e ognuna di queste ci dà la spinta a fare sempre di più.»

Il convegno, organizzato dalla O.N.G. Lions Club International, e dal Centro Trasfusionale e di Immunoematologia, Fondazione IRCCS Ca’ Granda: Ospedale Maggiore Policlinico di Milano, in collaborazione con la Fondazione Internazionale Menarini, è aperto non solo agli addetti ai lavori ma a tutti coloro interessati all’argomento.

Tra i tanti nomi illustri che parteciperanno all’incontro anche la prof. Eliane Gluckman, che nel 1988 eseguì a Parigi il primo trapianto di sangue del cordone ombelicale.

Qui il programma completo del convegno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.