Acqua ed equilibrio idrico, le migliori risorse per affrontare l’estate

Con l’arrivo dell’estate e di temperature più elevate, uno dei temi che tocca da vicino praticamente la totalità della popolazione è l’idratazione intesa come bilancio idrico, cioè la differenza tra la quantità dei liquidi introdotti e quelli persi sotto forma di urine o con la sudorazione.

L’acqua è elemento indispensabile non solo per la corretta regolazione del corpo umano, ma anche per rendere sostenibile il nostro ecosistema. In poche parole l’acqua è una fonte insostituibile di vita e benessere. 

Una corretta idratazione e un’adeguata conoscenza dei principi che la regolano sono le migliori armi che abbiamo a disposizione per rimanere in salute con semplicità.

Bere acqua ha i suoi indubbi benefici, in particolar modo durante l’attività motoria, oppure nei periodi in cui il termometro fa toccare le punte più alte e il caldo diventa insopportabile. Sapere come idratarsi consente di combattere le temperature estreme ed evitare possibili nonché fastidiosi inconvenienti dovuti alla disidratazione

Se non si è idratati a sufficienza, possono essere compromessi numerosi processi del nostro organismo, come il trasporto di sostanze nutritive, la produzione di ormoni e la capacità di regolare la temperatura corporea, e possono talvolta comparire disturbi al metabolismo e alla circolazione.

Non esiste una ricetta precisa sull’assunzione di acqua nell’arco delle ventiquattro ore, ma è auspicabile che un adulto beva generalmente 2 litri di acqua al giorno per la propria salute. Questo per consentire al nostro organismo di assestarsi su una giusta proporzione ,dal momento in cui proprio l’acqua rappresenta circa il 60% del peso corporeo ed è coinvolta nella quasi totalità dei processi biologici.

Idratarsi spesso e bene significa anche aiutare il corpo a espellere tossine, tonificare i muscoli, dare sollievo agli occhi e alla pelle, regolare la pressione sanguigna e anche a migliorare il tono dell’umore.

L’acqua dunque deve essere considerata centrale nelle abitudini giornaliere dell’individuo perché regola diverse funzioni biologiche. Per questo, soprattutto durante la stagione estiva, in caso di attività sportiva e in tutte le situazioni in cui si perdono molti liquidi, è importante mantenere una corretta idratazione. Attraverso l’urina, la sudorazione e la traspirazione il nostro corpo perde fino a 3 litri d’acqua al giorno, e molto dipende da alcuni fattori tra cui peso corporeo, temperatura esterna, attività fisica praticata.

Inoltre, con la disidratazione causata dal caldo e dall’attività fisica il corpo perde alcuni elementi preziosi per la salute, come sali minerali, vitamine e aminoacidi: il potassio, ad esempio, contribuisce alla normale funzionalità dei muscoli e aiuta a contrastare la sensazione di spossatezza e affaticamento causata dal caldo, mentre il magnesio gioca un importante ruolo per un sano metabolismo energetico e per l’equilibrio elettrolitico dell’organismo. Anche la vitamina C e la vitamina B1 contribuiscono  al normale metabolismo energetico dell’organismo e a ridurre stanchezza e affaticamento. Per questo può essere utile introdurre nella propria routine quotidiana e sportiva degli integratori multivitaminici e di sali minerali che possono fornire energia e tonicità all’organismo.

Infine, un focus particolare va dedicato all’alimentazione. Idratarsi significa anche mangiare pietanze ricche di vitamine e minerali e non limitarsi ai famosi due litri (o otto bicchieri) di acqua al giorno. Nella quotidianità infatti è sempre bene prediligere cibi freschi, non raffinati né conservati.  Una dieta regolata da porzioni adeguate di frutta e verdura consente di introdurre costantemente nell’organismo degli ingredienti salutari che costituiscono una fonte di idratazione aggiuntiva altrettanto importante: tra i cibi che contengono più acqua si registrano il cetriolo, il finocchio, le zucchine, i pomodori, gli spinaci, la lattuga, l’anguria, il kiwi e la mela. 

Questa breve lista può essere estesa a tutti quegli alimenti che aiutano a mantenere in equilibrio il livello idrico attraverso componenti di primaria importanza come potassio e magnesio, ma anche fibre e antiossidanti. 

Esistono altre buone pratiche atte a non intaccare eccessivamente le abitudini alimentari, utili cioè a mantenere il gusto dei cibi senza incorrere in particolari privazioni. Ad esempio un mix di spezie è un buon sostitutivo del sale, così come i carboidrati integrali sono in grado di fornire lo stesso apporto calorico degli zuccheri semplici presenti nei dolci.

Ogni strategia per combattere la disidratazione passa da acqua e alimentazione, anche se l’ausilio dei professionisti del benessere aiuta sensibilmente a migliorare il quadro.

Attraverso una vasta gamma di prodotti energizzanti, Menarini sostiene da sempre il dinamismo delle persone, aiutando tutti coloro che sfidano positivamente i ritmi del lavoro, lo stress mentale, il cambio di stagione e tutti quei fattori che mettono a dura prova la nostra resistenza fisica, facendoci sentire stanchi ed affaticati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.